Facebook si è mangiato internet. Nel 2004 creai il mio blog, era un periodo interessante, ricco di novità. Il mondo stava diventando sempre più piccolo e i blog erano un fantastico modo con cui le persone condividevano se stesse. I siti web facevano a gara per mettere a disposizione i loro servizi, per essere interoperabili. Insomma ci si divertiva e si sperimentava.

Io, come faccio sempre, ho iniziato il blog per sperimentare, per capire cosa ci fosse di interessante nel condividere cose col resto del mondo. Sono andato avanti a sperimentare per dieci anni. Ho visto nascere e morire decine di servizi web, ho vissuto quella cosa meravigliosa che era Friendfeed, ho visto Facebook mangiarsi letteralmente la maggior parte della rete.

E ho perso la voglia.

Troppo facile scrivere due righe su FB, ricondividere un meme, dare e togliere “amicizie”. Insomma confesso, mi sono impigrito.

Però un blog è un’altra cosa: è lento, è ragionato, richiede di pensare a quello che si scrive. Non basta un clic su “Condividi”, un commento di due righe o un “like”. Per questo nel tempo ho provato a ricominciare, prima con un tentativo fallito sui Giochi di Ruolo e poi con uno, credo parzialmente riuscito, con i miei racconti. Però mancava qualcosa.

Quindi ho deciso di fare un nuovo tentativo, sperimentando. Voglio ridurre al massimo ogni complicazione, massimizzare il contenuto rispetto sia ai fronzoli grafici che all’interfaccia. Per questo ho deciso di provare ad usare Jekill. Semplice al limite dell’imbarazzante, niente interfaccia di amministrazione, solo file statici. Sarà un nuovo esperimento finalmente, magari anche un occasione per imparare qualcosa di Ruby.

Questo blog non sarà monotematico, ci metterò un po’ di tutto come facevo una volta, attualità, politica, cazzi miei e programmazione ma anche giochi di ruolo e videogames (che forse vanno nella categoria “cazzi miei” 😁 ).

Mi faccio gli auguri di buona fortuna e ci risentiamo presto.